Iniziative Lipu Sezione di Venezia in programma nel Comune di Marcon nel 2014

La Lipu Sezione di Venezia vi aspetta con moltissime nuove iniziative per il 2014.

Vi aspettiamo numerosi!

Le iniziative potranno subire delle variazioni per motivi organizzativi, metereologici, o perché legati ad eventi nazionali
(vedi anche la pagina ATTIVITA' ED EVENTI)

Leggi tutto...

Marcon: approvato il nuovo PAT dalla provincia con all'interno la Riserva

Postiamo l'articolo inerente l'approvazione del PAT del comune di Marcon da parte della provincia, in cui si sottolinea l'importanza delle aree protette e verdi del territorio comunale.

Sulle affermazioni di Italcaccia...la risposta della LIPU

Sulle affermazioni di Italcaccia contro la gestione promossa nell’Oasi Cave di Gaggio Nord, LIPU mette sul piatto dati oggettivi.

Una colonia di uccelli acquatici nidificanti tra le più importanti del Veneto, con ben sei specie di ardeidi (la famiglia degli aironi) e oltre 300 coppie di Marangone minore (per questa specie la colonia è di importanza nazionale). Si tratta di specie che, usualmente, si radunano in zone umide tranquille, dove l’Uomo – visto come predatore – non è di comparsa frequente. Questo è merito della sapiente gestione LIPU, di tipo scientifico e pienamente coerente rispetto le indicazioni delle direttive comunitarie e della normativa nazionale e regionale sulle aree “Natura 2000”. LIPU ha saputo delocalizzare il disturbo dato dai visitatori, realizzando percorsi schermati con punti di osservazione coperti. Ogni anno centinaia di persone e svariate scolaresche visitano l’Oasi senza arrecare disturbo ai suoi abitanti alati. Anche i censimenti invernali degli uccelli acquatici, promossi dall’Assessorato provinciale alla Caccia, parlano chiaro: alle Cave di Gaggio nord il numero di specie e relativi contingenti sono i più alti di tutte le altre zone umide di ex cava della parte centro-orientale della provincia, tutte simili a quella di Gaggio ma dove non sussiste una gestione di tipo faunistico così rigorosa. Nell’Oasi LIPU di Marcon, dove possibile, si lascia che la vegetazione evolva spontaneamente, in modo che le ex cave e le superfici contermini nel tempo ospitino un tipo flora il più vicino possibile a quella degli ambienti naturali “vergini”. Prima dell’affermazione dei boschi, stadio evolutivo dell’ecosistema che necessita di molti anni prima di comparire, capita che il rovo faccia da padrone su qualche appezzamento. Ma tale situazione, temporanea sul lungo periodo, non abbassa il livello di biodiversità ed è invece utile a molte specie, dal raro Moscardino, piccolo ghiro molto raro in pianura, all’endemica Rana di Lataste, presente al Mondo solo nella Pianura Padano-Veneta. I rovi infastidiscono solo i bracconieri che un tempo potevano far entrare senza ostacolo i cani da caccia nell’Oasi, in modo da stanare i poveri animali che vi si rifugiavano, pratica che comunque – oggi – sarebbe efficacemente fermata dal neonato ma determinato nucleo guardie LIPU.

LIPU invita i membri e soprattutto i rappresentanti di Italcaccia a venire a visitare l’Oasi guidati dai tecnici del Settore Scientifico dell’area protetta, pronti al dialogo e a dare spiegazioni sulle scelte gestionali adottate.

Da oasi a Riserva Naturale: firmato l'atto di intenti

Nella giornata uggiosa e piovosa di sabato 30 novembre 2013 è stato sancito la volontà formale, tramite atto, di istituire l'area protetta Cave di Gaggio come riserva naturale di interesse locale, alla presenza delle autorità: vicepresidente della provincia M. Dalla Tor, del sindaco di Marcon A. Follini, del presidente nazionale LIPU F. M. Capria, e del responsabile nazionale oasi U. Faralli, e di un nutrito gruppo di attivisti della sezione e simpatizzanti.

Comunicato stampa:

Da Oasi a Riserva naturale: Cave Gaggio nuova area protetta.

Provincia di Venezia, Comune di Marcon e LIPU sottoscrivono il Documenti d'intenti.

 

Nella sala consigliare del Comune di Marcon è stato firmato dal Sindaco Follini, dal vice Presidente della Provincia Dalla Tor e dal Presidente LIPU Mamone Capria, il Documento d'intenti per istituire una Riserva naturale nell'area dell'Oasi di protezione Gaggio nord.

 

"Sono orgoglioso, dichiara Mario Dalla Tor, vice Presidente della Provincia di Venezia, di avere contribuito a far diventare le due Oasi LIPu in Riserve naturale, prima Caroman ed oggi Cave Gaggio nord. Grazie alla LIPu per il contributo alla gestione della natura e della biodiversità nel nostro territorio provinciale, un tesoro inestimabile".

 

"Una data importante, afferma Andrea Follini, Sindaco di Marcon, per la comunità marconese che di fatto sancisce ancor di più l'unione e il legame tra l'Oasi e la propria realtà.  Aver fatto questo ulteriore "salto di qualità" con il riconoscimento della nuova riserva naturale mette un ulteriore tassello di salvaguardia in una parte del nostro territorio che resta comunque a disposizione dei cittadini, dai bambini delle scope ai gruppi, associazioni e alla realtà locale. Un grazie ai tanti volontari LIPU perché dobbiamo a loro questa ricchezza sul nostro territorio".

 

"Un obiettivo importante, conclude Fulvio Mamone Capria, Presidente LIPU, l'aver formalizzato un atto che avvia un percorso di vera valorizzazione di questa Oasi che la LIPU segue ormai da 25 anni con i tanti volontari della Delegazione di Venezia. Ora l'impegno è per spingere la Regione Veneto ad approvare i Piani di gestione dei siti di rete Natura 2000 affinché si individuino anche le risorse necessarie per la conservazione della biodiversità"

 

 

L'Oasi Cave Gaggio nord si estende su 36 ettari e comprende ambienti importanti a livello regionale e nazionale, con la presenza di piccoli stagni, canneti, boschetti di salici ed ontani, formazioni di piante acquatiche. E poi soprattutto la fauna, con circa 500 differenti specie animali. Tra queste gli Uccelli sono le più importanti, con 300 coppie nidificanti di Marangone minore, che rappresentano circa il 15% della popolazione  a livello nazionale. Ancora l'Airone rosso con 14 coppie e le altre specie di aironi presenti nella "garzaia" (Airone cenerino, Garzetta, Airone guardabuoi, Nitticora, Sgarza ciuffetto) per un totale di oltre 100 coppie complessive. Non solo Uccelli, ma anche altre rarità faunistiche come l'endemica Rana di Lataste (presente soltanto nella pianura padano-veneta) e il Tritone crestato italiano, in forte declino in Europa. Oasi per la LIPU non vuol dire solo conservazione della natura ma anche fruizione ed educazione ambientale. Infatti Cave Gaggio, fin dai primi anni di gestione, si è caratterizzata per saper coniugare il valore della natura con la possibilità di visita per il pubblico, dai bambini delle scuole ai fotografi e birdwatchers. Nel 2013 sono stati già oltre 2.500 le persone che hanno visitato l'Oasi seguiti dai volontari LIPU.

 

Per informazioni: Oasi LIPU Cave Gaggio tel. 339.2378105  e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ;

 

 

Da Oasi a Riserva Naturale

Vi aspettiamo numerosi sabato 30 novembre in oasi per una splendida giornata di festeggiamenti.

vi preghiamo la massima diffusione.

(clicca sull'articolo per scaricare la locandina)

Allegati:
Scarica questo file (locandina 30novembre.pdf)locandina 30novembre.pdf[ ]

Informazioni aggiuntive